La nostra storia

La cantina San Valentino nasce su un preesistente insediamento viticolo del dopoguerra, di cui tuttavia poco si conosce. Negli anni ’90 Giovanni Mascarin acquista dalla famiglia Nanni l’intero podere.

Dal1997 Roberto Mascarin, figlio di Giovanni, insieme alla moglie Valeria, decide di occuparsi della tenuta, spinto dalla passione per i frutti della terra e soprattutto dalla convinzione che il Colle di Covignano avesse delle condizioni di clima e di suolo in grado di esprimere grandi vini, imprimendo così una svolta importante fino a raggiungere traguardi prestigiosi in poco tempo.

In questi anni nascono Scabi, Terra di Covignano e Luna Nuova, le etichette che faranno la storia della cantina.

Lo sviluppo di Vini San Valentino prosegue rapidamente fino al 2017 quando Roberto Mascarin perde per una terribile malattia la sua Valeria, alla quale dedicherà “ViVi”, il vino più iconico della azienda.

In quel periodo difficile Roberto decide di non restare da solo alla guida della San Valentino, ma di avere a fianco altri partner aziendali. Dalla fine del 2022 alla guida dell’azienda San Valentino, a fianco di Roberto Mascarin arriva un nuovo amministratore, l’imprenditore Gianluca Marchetti.

    

La nuova compagine vuole compiere un ulteriore balzo in avanti e riorganizzare la location per accogliere con maggiore eleganza i numerosi visitatori richiamati dagli eventi e soprattutto dalla qualità dei vini.L’azienda è ormai da anni un punto di riferimento del territorio e vanta punteggi internazionali tra i più alti della Romagna. Dei successi fin qui conseguiti è partecipe l’enologo consulente Luca D’Attoma, che già negli anni 2000 aveva curato la realizzazione dei nuovi vigneti, avviando la conversione al biologico, e che dal 2016 firma i vini di San Valentino, definendo le regole e le procedure sia della gestione dei vigneti che della trasformazione e lavorazione delle uve.